Editoriale

HARD-TOP a configurazione lamellare apribile, con l'aggiunta di pannelli solari

Opac, azienda torinese all’avanguardia nella progettazione e realizzazione di coperture custom per la nautica, ha sviluppato un progetto di copertura a struttura lamellare apribile  per imbarcazioni da diporto, aggiungendo la possibilità di allestimento con pannelli solari.

Hard-Top con sistema lamellare apribile studiato da Opac.
Fig. 1 - Hard-Top con sistema lamellare apribile studiato da Opac.

Dopo aver sviluppato la fornitura di una particolare protezione di copertura a pannelli apribili sui taxi veneziani adibiti al trasporto dei turisti nella laguna di Venezia, Opac ha affinato il progetto anche per l’applicazione su imbarcazioni da diporto. Si tratta di una struttura di copertura a lamelle, che può essere installata indifferentemente su qualsiasi tipologia di yacht, sia esso “open” che “flying-bridge”.

Le immagini mostrano in sequenza l’apertura della struttura lamellare dell’hard-top, con quattro pannelli fissi e tre pannelli mobili, che con un meccanismo automatico, si sollevano e, ruotando parallelamente al tetto, creano tre vani ‘open.

Le immagini mostrano in sequenza l’apertura della struttura lamellare dell’hard-top, con quattro pannelli fissi e tre pannelli mobili, che con un meccanismo automatico, si sollevano e, ruotando parallelamente al tetto, creano tre vani ‘open.

Le immagini mostrano in sequenza l’apertura della struttura lamellare dell’hard-top, con quattro pannelli fissi e tre pannelli mobili, che con un meccanismo automatico, si sollevano e, ruotando parallelamente al tetto, creano tre vani ‘open.
Fig.2 – Fog. 3 – Fig. 4 - Le immagini mostrano in sequenza l’apertura della struttura lamellare dell’hard-top, con quattro pannelli fissi e tre pannelli mobili, che con un meccanismo automatico, si sollevano e, ruotando parallelamente al tetto, creano tre vani ‘open.

Nel primo sistema di copertura realizzato, l’hard-top è suddiviso in sette sezioni, quattro delle quali sono fisse mentre le rimanenti tre risultano apribili. Queste ultime, mediante un meccanismo automatico si sollevano e, ruotando parallelamente al tetto, creano tre vani ‘open’ che favoriscono il ricircolo d’aria nell’abitacolo e la possibilità di godere della piacevole sensazione “en plein air”. La movimentazione automatica prevista, viene realizzata mediante l’utilizzo di attuatori elettrici (in alternativa anche da cilindri idraulici), gestiti da una centralina elettronica che ne comanda e controlla il funzionamento. I tre pannelli, durante il movimento di apertura, rimangono sempre paralleli alla superficie del tettuccio. I pannelli sono collegati fra loro e si muovono simultaneamente in sincronia. La scelta del materiale da utilizzare per la struttura è molto ampia. I pannelli possono essere realizzati in lega di alluminio, in materiale composito, in cristallo o in tessuto, con leve di movimentazione in acciaio AISI 316.

I pannelli possono essere realizzati in lega di alluminio, in materiale composito, in cristallo, in tessuto, o con un mix degli stessi, in funzione delle esigenze funzionali ed estetiche. Sensibile al risparmio energetico, con sistema brevettato, Opac può realizzare il sistema di apertura lamellare utilizzando pannelli solari sia sulle superfici fisse che su quelle mobili. In questo modo, parte dell’energia prodotta dai pannelli può autoalimentare la movimentazione del sistema d’apertura.
Fig. 5 - I pannelli possono essere realizzati in lega di alluminio, in materiale composito, in cristallo, in tessuto, o con un mix degli stessi, in funzione delle esigenze funzionali ed estetiche. Sensibile al risparmio energetico, con sistema brevettato, Opac può realizzare il sistema di apertura lamellare utilizzando pannelli solari sia sulle superfici fisse che su quelle mobili. In questo modo, parte dell’energia prodotta dai pannelli può autoalimentare la movimentazione del sistema d’apertura.

Ovviamente le soluzioni possono essere miscelate a piacere per ottenere un mix di sezioni trasparenti e “cieche”, in funzione delle esigenze funzionali ed estetiche. Il progetto dell’azienda torinese, sensibile anch’essa al tema contemporaneo del risparmio energetico, prevede l’installazione di pannelli solari sia sulle superfici fisse che su quelle mobili dell’hard-top. Il sistema è brevettato, ed è previsto che l’energia prodotta dai pannelli solari, oltre a gestire le utenze della barca,  sia utilizzata anche per autoalimentare la movimentazione dell’hard-top stesso, creando quindi un sistema di copertura apribile automatico “a basso impatto ambientale”.

OPAC srl DIVISIONE NAUTICA
Via Bruino, 26
10040 Rivalta (TO) Italy  
Tel. +39 011 9038581/6
opac(at)opacgroup.com - www.opacgroup.com