Editoriale

Nuove soluzioni tecniche

Suzuki presenta le nuove tecnologie sviluppate sui propri motori marini per aumentarne performance ed efficienza, rispettando l’ambiente.

Calandra in carbonio con la presa d’aspirazione.
Calandra in carbonio con la presa d’aspirazione.
Fig. 1 e Fig. 2 - Calandra in carbonio con la presa d’aspirazione.

La speciale calandra in carbonio per il DF300, l’utilizzo della lega di magnesio per la barra di comando, l’elica in titanio, il monitor Multi Function Gauge e la strumentazione Suzuki Troll Mode System, sono le novità tecniche presentate da Suzuki.
La calandra per il propulsore DF300 in carbonio con la particolare “bocca di aspirazione”, è una carenatura in fibra di carbonio sagomata con una generosa presa d’aria ricavata sulla parte superiore della struttura, che migliora l’ingresso dell’aria di aspirazione rispetto alla versione standard, migliorando il rendimento del motore. L’utilizzo della fibra di carbonio consente un risparmio di peso del 50% rispetto alla calandra standard, a favore della maneggevolezza e della riduzione dei consumi (dati forniti dal costruttore). L’utilizzo della lega di magnesio per realizzare la barra di comando in sostituzione della resina, consente a Suzuki una maggiore precisione nella lavorazione, ottenendo un componente con maggior resistenza e durezza, nonostante sia più sottile della resina.

Barra di comando in lega di magnesio.
Fig.3 - Barra di comando in lega di magnesio.

La caratteristica di leggerezza della lega di magnesio, migliora il rapporto peso potenza, riducendo i consumi e conseguentemente le emissioni; inoltre, trattandosi di un materiale disponibile in natura, favorisce l’ambiente in quanto aumenta la possibilità di riciclaggio rispetto alla resina.

Elica in titanio con geometrie più sottili.
Fig. 4 - Elica in titanio con geometrie più sottili.

Il titanio è stato invece utilizzato per sviluppare e realizzare eliche che migliorano il rendimento della propulsione. Questo materiale consente infatti di ottenere geometrie con minor spessore rispetto all’acciaio, risultando più leggere e con maggior resistenza alla torsione. Secondo i dati forniti dal costruttore, l’elica in titanio permette un aumento della velocità massima, e offre un miglior comfort nel cambio di marcia. Per quanto riguarda la strumentazione elettronica appositamente studiata da Suzuki, il monitor Multi Function Gauge permette di visualizzare sullo stesso schermo, tutte le informazioni necessarie alla navigazione, gestendo contemporaneamente fino a tre motori.

Particolare della strumentazione elettronica di monitoraggio Multi Function Gauge.
Fig. 5 - Particolare della strumentazione elettronica di monitoraggio Multi Function Gauge.

Le informazioni disponibili sul display comprendono le coordinate geografiche, l’indicatore del carburante e dell’autonomia, l’ora ed il tempo di viaggio, la distanza, la bussola, la profondità, il contagiri, la marcia inserita, il trim e la velocità. Questa strumentazione può essere equipaggiata sui motori fuoribordo da 40 a 300 cavalli. Il Suzuki Troll Mode System permette invece di controllare, mediante l’interruttore Troll Mode, la velocità dei giri motore durante la navigazione con un intervallo di 50 giri/minuto fino ad un massimo di 1.200 giri/minuto; grazie alla doppia scala posta sul contagiri, è infatti possibile monitorare con precisione il minimo incremento dei giri motore. M.B.

Suzuki Italia Spa Divisione Motori Marini
C.so F.lli Kennedy, 12
10070 Robassomero TO
Tel. +39 011 92.13.711
www.suzuki.it